Non basta pensare alle diverse specie solo come eventuali “risorse” sfruttabili, dimenticando che hanno un valore in sé stesse. Ogni anno scompaiono migliaia di specie vegetali e animali che non potremo più conoscere, che i nostri figli non potranno vedere, perse per sempre. La stragrande maggioranza si estingue per ragioni che hanno a che fare con qualche attività umana. Per causa nostra, migliaia di specie non daranno gloria a Dio con la loro esistenza né potranno comunicarci il proprio messaggio. Non ne abbiamo il diritto. Lettera enciclica Laudato si’ del Santo Padre Francesco
Quando avrete abbattuto l’ultimo albero, quando avrete pescato l’ultimo pesce, quando avrete inquinato l’ultimo fiume... allora vi accorgerete che il denaro non si puo’ mangiare. Tȟatȟaŋka Iyotȟaŋka (Toro seduto)

Benvenuti all'Archivio digitale cadorino

L'archivio digitale cadorino nasce nella continuità, in chiave contemporanea, dell'iniziativa del Prof. Antonio Ronzon e di Don Pietro Da Ronco, con il fine di far conoscere il Cadore e di mantenere vive le sue memorie.

Allo stesso modo, saremmo grati a tutti i visitatori del nostro Archivio se potessero cooperare all'incremento di questo progetto inviandoci qualunque documento a contenuto libero (articoli, tesi, opuscoli, lettere, manoscritti, cartoline, fotografie, alberi genealogici ecc.).

I documenti così condivisi, potrebbero essere salvati dalla dispersione e messi a disposizione di coloro che desiderassero approfondire alcuni aspetti della Storia e della Cultura cadorina.

"Sorgete ora voi, felici ingegni del Cadore, e lasciando tutto lo sfogo a questo santo affetto di patria, sgombrate la polvere che offusca la bellezza delle opere dei trapassati suoi figli e fate vedere che non sono tenebre ov'è manifesta la luce".

Ringraziamenti

Rivolgiamo un particolare ringraziamento al direttore del mensile Il Cadore, Renato De Carlo, che ha permesso all'Archivio digitale cadorino d'integrare gli articoli già pubblicati.

Un grazie riconoscente è inoltre rivolto al genealogista cadorino Bruno De Martin per il suo lavoro straordinario.

Avvertenza

Gli articoli qui riprodotti, tutelano e tuteleranno obbligatoriamente la proprietà intellettuale dei legittimi autori. Tutti gli articoli del mensile Il Cadore, essendo articoli di carattere artistico, culturale, storico, geografico, tecnico, scientifico ecc., dimorano e dimoreranno di esclusiva proprietà de Il Cadore. Non sarà perciò consentita una ulteriore riproduzione senza la previa autorizzazione scritta dell'Editore. Chi lo farà, potrà incorrere nelle sanzioni previste.